La pancia del popolo

Feel hu(a)ngry tonite!

Budder

Scommetto che siete esasperati, che dico,  frustrati fino all’esaurimento nervoso dal fatto che il vostro burro non sia mai alla temperatura giusta. Troppo duro quando dovete spalmarlo su grosse fette biscottate per affrontare l’ennesima giornata di pioggia; troppo molle quando vorreste comporre quei meravigliosi riccioli di grasso animale che adornano le tartine dei migliori manuali di cucina pratica.

Lasciare da parte le emozioni  quando si tratta di burro è una vera impresa. Perché non affidarsi allora alla calma serafica di un Buddha, all’assenza di passioni di un pastoso Nirvana domestico in cui anche la lipidica crema ottenuta dall’affioramento del latte non è un dramma, ma un mero accadimento dell’Essere?

Su, fatevi un piacere. Dare il vostro burro a Buddha si rivelerà uno dei migliori investimenti della vostra vita.

Buddha butter dish. Illuminante.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Budder

  1. Quando ho visto l’immagine, prima ancora di leggere, ho pensato che il budda fosse cavo e ci si potesse comprimere il burro morbido per poi avere un budda di burro… cose de tipo: oggi mi spalmo una testa di budda, domani una panza di budda e così via…
    Invece era solo il coperchio. -.-“

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: