La pancia del popolo

Feel hu(a)ngry tonite!

Archivio per la categoria “Tricks”

Terra di Melzo – 2 – Bar Picchio

Veduta tipica del bar Picchio in zona aperitivo

Chiunque si aggiri nella Terra di Melzo, conoscerà il mitico Bar Picchio, summa e sempiterno revival della Milano di un tempo che fu. Se ancora non lo conoscete è giunto il momento di prendersi una pausa pranzo un poco più lunga del solito panino pomodoromozzarella e di sedersi in uno dei baretti meneghini che hanno fatto la storia della città. Non molti lo sanno, ma in questo bar tutto specchi e formica si può anche gustare un pranzo luculliano, fatto di cose semplici e casalinghe, sempre servite con il sorriso. Continua a leggere…

Terra di Melzo – 1 – Donuts

Milano è una città di luoghi sparigliati e espansi, come un pugno di coriandoli esploso sopra una pozzanghera. Domina la solitudine di luoghi affascinanti e a tratti magici, pennellate effimere di una bellezza senza soluzione di continuità, punteggiata di cemento bagnato e neve marcia.

Ma accade che questi microcosmi di lucida armonia si prestino a scorribande dal sapore intenso delle cose amate a fondo per un breve periodo, a latrocini di malinconia e perfezione piccola: nel giro di un crocicchio di strade medioevali, sul ponte vecchio di un naviglio, sotto il portone monumentale di una casa cinquecentesca dimenticato fra i palazzi e risparmiato – come graziato – dal cemento.

Continua a leggere…

Trick of the Week n.1 – Porta Garibaldi

Porta Garibaldi è una delle porte della città di Milano. Qui il gusto architettonico odierno per l’asetticità obituariale incontra la caotica vivacità della vicina Via Paolo Sarpi, la Chinatown milanese per eccellenza. Ma è anche il primo approdo delle orde di giovani brianzoli in cerca di emozioni metropolitane. Così come l’andirivieni di masse di immigrati che, pur lavorando in città, eleggono le più economiche periferie monzesi quale luogo di fissa dimora.

La stazione ha la caratteristica di essere suddivisa in tre piani: un piano elevato finora interdetto al pubblico, un pianoterra che dà sui binari principali ed un piano interrato, al livello della metropolitana. Qui multietnici passanti animano il sottosuolo con un viavai frenetico e compaiono punti ristoro colorati che la mattina diffondono effluvi di cornetti caldi alla crema, pizzette, panini imburrati e tazze ricolme di caffelatte, cappuccino e cioccolata alla vaniglia. Continua a leggere…

Navigazione articolo